Ditemi chi o cosa devo boicottare per impedire questo…

Rifletto su quello che sto leggendo sui vari social network, siti e telegiornali in merito al boicottaggio di Euro 2012 per lo sterminio di cani che le autorità di Polonia e Ucraina hanno permesso e permettono per poter ospitare questi Europei. Sono dei veri crimini contro gli animali. E’ vero. Ma da sempre mi sono chiesto: ma possono essere paragonati ai crimini contro gli umani? Si potrebbe rispondere: “eh.. sono sempre crimini”. Giustissimo. Ognuno pensa ciò che vuole, più o meno correttamente. Ma attenzione a non farvi prendere dall’esasperazione, tipica di chi è convinto di amare gli animali più degli altri umani e cerca di far apparire le altre persone meno sensibili a queste atrocità.
Alcuni sostengono di non dover buttare per terra un chewing-gum perché altrimenti gli uccellini lo confondono per un pezzo di pane e poi muoiono affogati. Forse andrebbe detto meglio che, per una buona educazione, i chewing-gum non si buttano per terra ma negli appositi cestini. A questo punto, se me lo consentite, occorre boicottare la VIVIDENT  a favore della BROOKLYN poiché quest’ultima fornisce insieme alla gomma da masticare anche la carta dove poi avvolgerla. Chi ha masticato VIVIDENT, oltre che ad avere un sano sorriso, ha contribuito alla morte di tantissimi uccellini. Mi dispiace. Scherzo.. (forse).. ma così cerco di far passare meglio l’idea che estremizzare serve a poco. Così è lo stesso per chi estremizza con la natura. C’è gente che pensa che la natura viene prima di tutto. I fiorellini, gli alberelli, i muretti… Tutte cose belle, ok. Vogliamo parlare anche di questo? Rimanendo in ambito molto locale al nostro paese San Cassiano, c’è gente che costituisce comitati del tipo “SS 275 la follia storicida di un ecomostro a 4 corsie”. I sostenitori dei “che so belli i muretti a secco” dovrebbero rivalutare le proprie tesi naturalistiche e considerare seriamente quella strada statale stretta, con curve e che entra in centri urbani, come una fabbrica di morti, una strada che ha visto finire tante vite e fatto soffrire tante famiglie per la perdita dei propri cari. Ben venga la strada a 4 corsie e un calcio nel sedere ai naturalisti… I tempi, le cose e i luoghi cambiano: devono cambiare anche i nostri pensieri e opinioni. La strada stretta con il muretto a secco e con la “sarica” o la “sarmenula”  che ti saluta quando passi vicino, andava bene ai tempi in cui le persone si spostavano con “lu trainu”, quando si credeva ancora “allu scazzamurreddu“. Ora, invece i turisti (ma anche noi locali) arrivano con quei carri armati chiamati SUV, pochi adatti a quelle strade.
Alle scuole elementari mi fecero capire l’importanza del problema dell’estinzione di alcuni animali. Uno fra tutti, divenuto anche il simbolo del WWF, era e continua ad essere il Panda. Mi fecero capire che era qualcosa di importante non far estinguere questo animale. Perché? Boh. Non lo so ancora. Ho scoperto, successivamente, che seppur classificato come predatore carnivoro, il Panda si nutre esclusivamente di bambù, che rappresenta il 99% della sua dieta. Ne consuma oltre i 15 Kg al giorno, non si arrampica sugli alberi per procurarsi il cibo ed infine è una creatura pigra e solitaria. Dopo aver appreso la teoria della “selezione naturale”, teoria conosciuta dopo la teoria dell’indispensabilità del Panda sulla Terra, ho capito che questo animale ha tutte le carte in regola per estinguersi. E’ un fatto naturale: il debole si estingue, il panda è talmente viziato nel mangiare, pigro e solitario che può fare a meno del sesso e quindi non può riprodursi. Succede anche per le piante, addirittura anche per noi uomini. Il WWF, proteggendo il Panda, va contro il decorso normale della natura. Natura creata da DIO, quindi è anche peccatore… scherzo… (forse)… La selezione naturale è avvenuta e avviene tuttora anche su noi uomini. Alcuni uomini selezionano altri uomini. Succede da migliaia e migliaia di anni, con le guerre combattute prima con le spade, gli archi, poi con cannoni, pistole e fucili, poi ancora con bombe, aerei e sottomarini e ora con semplici “click di mouse”. Il recente sterminio degli ebrei da parte dei nazisti, è un esempio lampante. Un altro esempio più attuale è quello che sta succedendo nei Paesi dell’Eurozona, dove il fiscal compact ci sta portando e porterà le future generazioni in uno spaventoso stato di povertà… Questo porterebbe a creare depressioni sociali simili al periodo antecedente al fascismo e nazismo, in cui le masse ormai divenute povere, verrebbero influenzate facilmente da poteri dittatoriali, che potrebbero provocare nuovamente altri stermini di uomini. E’ quello che forse sta già accadendo in Grecia, dove quel giovane neo-nazista ha preso a schiaffi e pugni in diretta TV un suo rivale politco, tra l’altro donna… E la Grecia è a due passi dall’Italia, sia geograficamente che economicamente. In Italia, tempo fa, ho già visto un ministro pestare i piedi ad un giornalista… Qualche esperto in economia racconta che “è pericoloso tentare di riportare il bilancio in pareggio troppo rapidamente. I tagli di spesa e gli incrementi della pressione fiscale necessari per raggiungere questo scopo, danneggerebbero una ripresa già di per sé debole”. Non sarà possibile avere una casa, dei figli, un lavoro.. una dignità. Euro o Lira? Ma esiste il debito pubblico? Altre belle domande. I poteri forti dicono “occorrono pressioni maggiori per una ripresa economica”… anche il più cretino dei cretini capisce che si tratta di un ossimoro…   come dire “disgustoso piacere” oppure “silenzio assordante” oppure dire a qualcuno di mettersi dentro al secchio e poi di sollevarlo. Non sono un economista, ma non mi torna comunque la logica di alcune affermazioni di persone così tanto titolate.
Ecco, tutto questo per dire che se dovessi boicottare qualcosa, beh… la lista sarebbe lunghissima, non saprei… Ognuno potrebbe stilare una propria lista di priorità. Prima boicottaggi per crimini contro l’uomo, poi gli animali ed infine la natura, oppure prima gli animali, poi la natura e poi l’uomo, oppure prima la natura poi l’uomo e poi gli animali… potremmo essere più o meno d’accordo. Posso pure accettare il “TG Bau e Miao” ma di certo, in questo contesto generale e nel mondo in cui viviamo (convinto che il genere umano in tutto il mondo subisce più atrocità rispetto agli animali), non mi fisserei con lo sterminio dei cani in Polonia e Ucraina, se questo dovrebbe impedirmi di guardare una partita di uno sport che ho sempre amato.
Infine, sperando che esista davvero un DIO che punirà chi compie un crimine contro un uomo o un animale, ditemi per favore chi o cosa devo boicottare per impedire questo…
(attenzione immagini forti)
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>